Immagine principale

Isola di San Servolo

Il vero nome di quest'isola è San Servilio ma è stato poi storpiato in San Servolo; è situata oltre l'isola di San Giorgio Maggiore, verso il Lido.

 

Girare come MATI a San Servolo: oltre i confini ...

 

Incantevole isola della laguna veneziana, San Servolo, abitata da sempre da frati o monache, ha avuto nella lunga storia veneziana il compito di ospitare i malati di mente.

 

L'isola ha cessato la funzione di struttura manicomiale con l'introduzione della legge 180, nota come legge Basaglia dal nome dello psichiatra triestino che la sostenne.

Per i veneziani è " l'isola dei matti ". La chiesa, costruita attorno al 1747 per opera di Tommaso Temanza, ha due campanili; per questa prerogativa, la dizione " due campanili " è rimasta a lungo presso i veneziani come sinonimo di manicomio.

 

Dopo vent'anni di abbandono è oggi un centro culturale di rilevanza mondiale: ora l'istituto manicomiale è chiuso ed è diventato sede della Venice International University. Gli edifici restaurati ospitano eventi e convegni, nonchè il Museo della follia che racconta, con le immagini recuperate nella ristrutturazione, la drammatica storia dei degenti.

Oggi nell'isola hanno sede la società congressuale San Servolo Servizi, la Fondazione I.R.S.E.C. e il Centro Europeo dei Mestieri per la formazione di artigiani.

 

La Storia

 

Le prime notizie sull'isola di San Servolo risalgono all'VIII secolo con la presenza del primo insediamento benedettino insulare.

Il nome deriva da un santo di origine triestina, probabilmente vissuto attorno al III secolo. Al di là della legenda di san Servolo, nel VII secolo la famiglia Galbaio o Calbano di Trieste finanziò la ricostruzione del convento e dedicò l'isola al santo.

 

Dal 742 all'813 l'isola assunse un ruolo anche politico, oltre che religioso, perchè i reggenti di Venezia avevano deciso di spostare il Palazzo Ducale, centro del potere politico, a Malamocco, sul mare. Nell'813 Pipino, figlio di Carlo Magno, decise di ataccare la città dal mare e la sede ducale fu posta nel centro della laguna.

 

L'isola perse così d'importanza e i monaci decisero di spostare il convento in terraferma, a Sant'Ilario.

Quando il Palazzo Ducale fu semidistrutto da un incendio insieme al vicino convento di monache benedettine, le religiose ricevettero in dono l'isola dai monaci e restituirono importanza all'isola portandovi le reliquie dei santi Basso e Leone.

 

La permanenza delle monache sull'isola fu anche causa di scandalo nel XIV secolo, quando le religiose ospitate si dedicarono ad attività ben lontane dallo spirito dell'ordine, tanto che quel periodo è noto come quello della " monastica lussuria ".

Il Consiglio dei Dieci, per arginare il fenomeno, fu costretto a vietare l'acesso a San Servolo a ogni persona di sesso maschile.

L'ordine monacale andò perdendo ogni importanza finchè, nel 1434, la nuova badessa portò nel convento quaranta monache " per vocazione "e l'isola riprese i suoi fini originari.

 

San Servolo divenne sede ospedaliera soltanto nel 1716 con il trasferimento di quattrocento militari infermi che vennero curati dai padri ospedalieri di San Giovanni di Dio, cioè dai monaci del Fatebenefratelli. Oltre a questi l'ospedale accolse anche i cosiddetti "mozzi", "discoli" e pazzi, specialmente se nobili.

 

La presenza di un medico e di uno speziale diede l'avvio  alla famosa spezieria che nel 1749 divenne " farmacia pubblica dei forti e delle milizie ".

 

Fin dal 1725 era ricovero per alienati, all'inizio soltanto patrizi, poi anche gente del popolo. Con l'arrivo a Venezia dei francesi nel 1797, iniziò la gestione ufficiale del manicomio dal quale, nel 1834, furono escluse le donne, ricoverate nella vicina isola di San Clemente.

 

Per raggiungere l'isola ....

 

L'isola si San Servolo è raggiungibile in 10 minuti utilizzando il servizio di trasporto pubblico actv , vaporetto linea 20 da S. Zaccaria-Monumento.

Visite guidate : tel. 39 041 5240119

San Servolo Servizi : tel. 39 041 2765001

Venice International University : Tel. 39 041 2719511

 

MAPPA ISOLA DI SAN SERVOLO

 


Visualizzazione ingrandita della mappa



Inserisci un commento












Captcha
( * )

I commenti sono moderati, alcuni dati sono registrati nel rispetto della privacy. Inviando il commento si accettano le condizioni.