Immagine principale

La Nascita di Eraclea

Nel 640, a seguito della distruzione di Oderzo ( 639 ), viene fondato nelle lagune un altro importante centro urbano: Civitas Nova Heracliana, cioè Cittanova, anche detta Eraclea in onore dell'imperatore bizantino Eraclio. Di questo centro, purtroppo oggi non rimane più nulla.

 

Molti altri insediamenti più o meno importanti sorgono in questo periodo: accanto a Grado, Altino e Chioggia, già esistenti, nascono abitati a Torcello, Malamocco, Poveglia, Bibione, Albiola e altri ancora.

 

In questo momento si delinea una separazione tra le terre longobarde in terraferma e quelle bizantine lagunari. Si ha una Venetia continentale, contrapposta alla Venetia marittima per diversità etnica, politica e religiosa che si produsse in concomitanza dell'invasione e dell'insediamento longobardo.

 

Abbiamo da una parte il regno longobardo e i ducati che ne facevano parte, dall'altra la provincia bizzantina dipendente dall'esarcato di Ravenna, retta dal comandante militare, che fino al 639 risiedeva ad Oderzo, ma che dal 640 si trasferirà a Cittanova.

 

Dal comandante militare, incaricato di amministrare i territori, dipendevano i vari " tribuni ", che governavano in suo nome le singole isole e i singoli lidi, divenuti ormai centri abitati veri e propri.

 

Il governo , era un governo centralizzato : bizzantino per l'amministrazione e la difesa con sede a Cittanova-Eraclea, romano per l'aspetto religioso con sede a Grado.



Inserisci un commento












Captcha
( * )

I commenti sono moderati, alcuni dati sono registrati nel rispetto della privacy. Inviando il commento si accettano le condizioni.