Immagine principale

La Festa Per L'Elezione Del Doge Ranieri Zen

E' grazie al  cronista Martino da Canal se ci è pervenuta la descrizione di questa splendida e ricchissima Kermesse, organizzata per festeggiare l'elezione del doge Ranieri Zen, avvenuta nel gennaio del 1253.

 

<< Lo scenario è quello di piazza San Marco, " la più bella piazza del mondo ", con le quinte segnate dalla basilica di San Marco e i palazzi dei Procuratori di San Marco.

 

Dalle finestre si affacciano dame e damigelle, mentre dignitari, nobili, invitati di ogni città d'Italia e d'Europa prendono posto su apposite tribune costruite per l'occasione e decorate con splendide stoffe, sete preziose e colorati festoni.

 

Il doge appena eletto, circondato da nobili veneziani e dal popolo, è seduto sul loggiato della chiesa marciana e da questa posizione assiste, tra il divertito e l'ammirato, ad un grande torneo cavalleresco al quale partecipano cavalieri veneziani, friulani, trevigiani, istriani, lombardi e tedeschi, diretto da Lorenzo Tiepolo, figlio del doge abdicato.

 

Tra i campioni scesi nella pista c'è un altro figlio del doge, Marco Ziani, che fa gagliarda mostra di sé cimentandosi valorosamente nei vari duelli.

 

La folla, variopinta, di gentiluomini, popolani, pellegrini, marinai, forestieri, magistrati assiste felice e un pò sorpresa a questa tenzone, ma soprattutto è sbalordita dalla ricchezza e dalla pompa di tutto l'apparato scenico.

 

La festa continuerà poi per molte ore con cene suntuose e balli, suoni di strumenti melodiosi e canti, spettacoli teatrali e spettacoli comici, il tutto per la gioia del popolo, ma soprattutto per dimostrare al mondo intero il ruolo di potenza mondiale ormai raggiunto da Venezia >> .

 

 



Inserisci un commento












Captcha
( * )

I commenti sono moderati, alcuni dati sono registrati nel rispetto della privacy. Inviando il commento si accettano le condizioni.