Immagine principale

Museo Fortuny

Conosciuto soprattutto per i suoi fantastici abiti in seta pieghettata, Fortuny fu anche pittore, scultore, scenografo, fotografo e scienziato.

Una delle sue invenzioni è la cupola Fotuny, usata nelle rappresentazioni teatrali per creare l'illusione del cielo.

 

Mariano Fortuny y Madrazo, o Don Mariano, come amava farsi chiamare, nacque nel 1871 a Granada e si trasferì a Venezia nel 1889.

Agli inizi del XX secolo acquistò Palazzo Pesaro, una dimora in stile gotico che era appartenuta ai Pesaro, una famiglia molto ricca e influente di Venezia.

 

Fortuny  trascorse a Palazzo Pesaro degli Orfei il resto dei suoi giorni e nel 1956, a sette anni dalla sua morte, la moglie Henriette lo donava alla città di Venezia con tutto ciò che conteneva, affinchè potesse divenire sede di esposizione delle opere del grande artista.

 

Le grandi sale e il " portego " contribuiscono a creare un'ambientazione splendida e appropriata per i preziosi tessuti Fortuny. Arricchiti da fili d'oro e d'argento, furono creati dall'artista facendo uso di tecniche rinascimentali e coloranti antichi.

 

La collezione comprende anche diversi dipinti di Fortuny, pannelli decorativi e alcuni di quegli abiti plissè considerati pietre miliari della moda femminile degli inizi del XX secolo.

 

 

** Museo Fortuny - Palazzo Pesaro degli Orfei

- Campo San Beneto - San Marco 3780 - Venezia

- www.museiciviciveneziani.it / [email protected]



Inserisci un commento












Captcha
( * )

I commenti sono moderati, alcuni dati sono registrati nel rispetto della privacy. Inviando il commento si accettano le condizioni.