Immagine principale

La Vogalonga

La Vogalonga è una "vogata" nono competitiva per qualsiasi tipo di natante a remi, molto sentita dalla popolazione, che ricorda un pò le gran vogae de secoli passati. Fu organizzata per la prima volta nel 1975 dalla famiglia Rosa Salva assieme ad amici amanti della voga e delle tradizioni veneziane, per dare un contributo di sensibilizzazione contro il moto ondoso e il degrado della città. Fu un successo senza precedenti: alla manifestazione aderirono subito tutte le società remiere, la stampa e le autorità cittadine, con centinaia di cittadini felici di contribuire al rinnovo delle tradizioni. Ora mediamente partecipano circa 1800 imbarcazioni di tutti i generi, molte di altre città e dall'estero, e all'incirca 7000 vogatori, tra gruppi di amici, famiglie intere, persone anziane, donne da sole o bambini; qualcuno porta anche il cane o il gatto da casa, per farlo partecipare a questo evento collettivo che, nel mese di maggio/giugno , coinvolge la città.


Non vi sono sponsor o convenzioni pubbliche, ma questa manifestazione ha contribuito ad incrementare un tipo di artigianato che sembrava dovesse scomparire: sono rifioriti i maestri d'ascia per la costruzione e riparazione di barche, forcole, remi e quant'altro riguardi il settore del piccolo cabotaggio lagunare. Inoltre sono state ricostruite, ispirandosi anche ai quadri dei vedutisti veneziani come Francesco Guardi e Pietro Longhi, antiche imbarcazioni che solcavano la Laguna; è stata una ventata di aria fresca per la piccola cantieristica della città.


La partenza è uno spettacolo emozionante: per tante barche a remi così riunite nel Bacino di San Marco mentre alzano i remi in segno di saluto prima di partire al grido di << Viva San Marco ! >>, e per lo snodarsi per tutta la laguna di questo formicaio di imbarcazioni. Il percorso , lungo circa 30 Km, corre dal Bacino di San Marco fino alle isole delle Vignole, Sant'Erasmo e San Francesco del Deserto; prosegue poi fino a Burano, attraversa il Canal Grande di Murano e ritorna a Venezia passando per il Canale di Cannaregio; l'arrivo, remando lungo tutto il Canal Grande, è alla Punta della Dogana.



Inserisci un commento












Captcha
( * )

I commenti sono moderati, alcuni dati sono registrati nel rispetto della privacy. Inviando il commento si accettano le condizioni.