Immagine principale

Chiesa degli Scalzi

La chiesa degli Scalzi o di Santa Maria di Nazareth  sorge nel Sestiere di Cannaregio, in prossimità della stazione ferroviaria di Venezia Santa Lucia.

 

Fu eretta, nella seconda metà del XVII secolo per conto dell'ordine romano dei frati Carmelitani Scalzi, da poco stabiliti in laguna, dall'architetto Baldassare Longhena che riuscì a fondere influssi palladiani e stile barocco.

 

Arricchita da una immagine proveniente dal Lazzaretto Vecchio, a quei tempi chiamato anche Isola di Santa Maria di Nazareth,  venne con quel nome consacrata nel 1705.  Fu sottoposta a importanti lavori di restauro fra il 1853 e il 1862 da parte del governo austriaco.

 

Sorta a spese di Girolamo Cavazza, la bella facciata, in marmo di Carrara e ricca di capitelli corinzi, venne progettata dall'architetto Giuseppe Sardi, che subentrò al Longhena, tra il 1672 e il 1680.  In stile tardo barocco veneziano, è suddivisa su due ordini con statue raffiguranti San Sebastiano, Santa Maria Maddalena,Santa Margherita, San Giovanni e al centro del secondo ordine la Madonna col bambino, opere di Bernardo Falcone.

 

Dominato da marmi colorati e sfarzosi corinzi, l'interno un tempo conteneva un bellissimo affresco di Giandomenico Tiepolo a decorazione della volta. L'affresco andò completamente distrutto  durante il bombardamento austriaco del 27 ottobre 1915.

 

Della grande opera pittorica, che raffigurava Il trasporto della Santa Casa di Loreto, rimane il bozzeto conservato alle Gallerie dell'Accademia.

 

Nella seconda navata di sinistra, si conserva la tomba di Ludovico Manin, ultimo doge della città.

 

 

 

** Chiesa degli Scalzi

- Sestiere di Cannaregio - Venezia



Inserisci un commento












Captcha
( * )

I commenti sono moderati, alcuni dati sono registrati nel rispetto della privacy. Inviando il commento si accettano le condizioni.