Immagine principale

Venezia Mestre

Da Venezia a Mestre, nel segno dei fasti della Serenissima.

 

E' la storia della Serenissima la protagonista in ogni angolo della provincia, dal cuore della città alla frazione di campagna.

Guardando alla terraferma non possiamo non ricordare Mestre come città intimamente legata a Venezia, oggi mito del turismo di massa internazionale.

 

Posta in posizione strategica, Venezia Mestre domina contemporaneamente il porto e i quartieri del centro storico, distanti solo pochi chilometri.

 

Oggi porta d'accesso a Venezia tramite il Ponte della Libertà, Mestre fu in passato un importante centro di traffici da e per Venezia grazie alle vie d'acqua, quali il fiume  Marzenego e il Canal Salso, e quelle di terra che la collegavano con gli importanti centri di Treviso, Padova, Castelfranco e Trieste nella terraferma.

 

Oggi, la ferrovia, il Porto industriale di Marghera, l'autostrada, e l'aeroporto Marco Polo di Tessera ne hanno confermato il ruolo strategico per i taffici di tutto il nord-est.

 

Antica città medioevale, Mestre aveva dei borghi attorno alle mura del Castello, come il Borgo di San Lorenzo, l'odierna Piazza Ferretto, da sempre luogo di mercato, oggi ricca di esercizi commerciali ed impreziosita dal settecentesco Duomo di San Lorenzo, dal Palazzo da Re e dalla Torre dell'Orologio, l'unica rimasta di quelle che componevano la fortezza.

 

Fino all'800, Mestre è stata, sia per Venezia che per le campagne circostanti, soprattutto un grosso mercato agricolo. Tutti i generi alimentari per la popolazione veneziana partivano dal Canal Salso. Per i mestrini e la campagne circostanti c'era invece il mercato che si teneva in Piazza Ferretto due volte la settimana. Qui si teneva anche l'annuale Fiera di San Michele, occasione di festa e di svago per la popolazione. Proprio per liberare la piazza dal mercato e farne il centro elegante della città, fu creato il Foro Boario, per gli animali, nell'attuale Piazzale Donatori di Sangue.

 

Mestre mostra ancor oggi la continuità dell'antica cultura popolare e notevole vitalità economica e rivela il suo antico splendore attraverso monumenti scampati a una secolare dissoluzione.

 

Le Chiese e i conventi svolsero sempre un ruolo importante nella vita dei mestrini, sia come luoghi di culto che di attività caritatevoli. Ma furono soprattutto le dodici Scuole di Devozione a compiere, fin dal XIV secolo, opere di carità a vantaggio dei ceti sociali più bisognosi. Fra i tanti edifici religiosi, degna di nota è la Chiesa di San Girolamo, la più antica della città.

 

Quando la Repubblica Serenissima perse il suo ruolo di Regina del mare e volse il suo sguardo verso la terraferma, affidò la gestione dell'agricoltura ai patrizi che, presso il podere, costruirono la propria villa. Per la vicinanza a Venezia, il territorio mestrino fu una delle prime località coinvolte in questo fenomeno e tuttora si possono ammirare numerosi palazzi signorili come Villa Erizzo, Villa Querini, Villa Giusta e Villa Settembrini.

 

Mestre veste un ruolo storicamete importante ed è un punto di riferimento per molte iniziative: grandi ristrutturazioni ed interventi sono stati compiuti per adattare la zona ad ospitare al meglio residenti, uomini d'affari e di cultura, viaggiatori e turisti.

 

La città è sede di numerose scuole secondarie e ospita diverse sedi distaccate di alcuni atenei. Offre un importante rete di teatri e cinema, oltre allo storico Teatro Toniolo.

A Mestre a sede il Gazzettino, il primo quotidiano del Triveneto ed è coperta da un buon numero di emittenti regionali e locali.

Le attività sportive sono molto presenti in città e possono servirsi di numerosi impianti.

Il Parco Alfredo Albanese ospita alcuni campi sportivi, una palestra e una piscina comunale.

 

Il secondo grande parco urbano di Mestre, il Parco San Giuliano con vista sulla Laguna, per la sua capienza di pubblico e per la veduta panoramica che offre, è da anni scelta preferita per il festival rock " Heineken Jammin' Festival ".

 

Ormai incorporata dalla vicina Venezia, Mestre è una moderna ed elegante zona residenziale che presenta indubbie attrattive che meritano una visita anche se un pò al di fuori degli itinerari tradizionali. L'area può costituire un ideale prolungamento della visita alla vicina Venezia, città d'arte per eccellenza, la meta di un gita appositamente programmata o una scelta di sosta vicina ai punti di interesse per lavoro o di studio.

 

Numerose le soluzioni di alloggio: Hotel, Alberghi, Bed & breakfast e appartamenti sono in grado di soddisfare le esigenze di tutti. Alcuni sono di categoria superiore, eleganti e ubicati in edifici arredati con gusto, altri sono più economici, ma accanto ad una sistemazione più modesta offrono comunque cortesia e qualità nei servizi.

 

Bar e ritrovi per una serata tranquilla, in ambienti rilassanti con un pò di musica e una certa aria intellettuale sono uno dei punti di forza di Mestre, zona viva e vissuta, dove il locale per la serata si sceglie passeggiando e sbirciando fra i tavolini.

Per uno spuntino, le vie e le piazzette ospitano interessanti e ben frequentati localini, punto di ritrovo anche della popolazione locale. Non mancano i ristoranti di un certo livello , ideali anche per l'ottimo menù fisso di mezzogiorno.

 

Zona giovane e alternativa, Mestre è ricca anche di internet point aperti fino a tarda sera. Sempre alla moda le discoteche del centro e delle zone limitrofe.

Per lo shopping, la città, offre numerosi negozi di abbigliamento, arredamento dal design originale, accessori e bigiotteria.

 

 

** CERCA il tuo hotel per l'occasione.

Con www.venezia.travel potrai scoprire quali sono gli hotel Mestre-Venezia disponibili !



Inserisci un commento












Captcha
( * )

I commenti sono moderati, alcuni dati sono registrati nel rispetto della privacy. Inviando il commento si accettano le condizioni.