Immagine principale

Le Antiche Feste Veneziane

Nella storia di Venezia le feste pubbliche sono sempre state numerose e molto fastose; le feste più significative erano quelle che ricordavano eventi storici della Serenissima e alcune di quelle religiose.

 

Le principali erano la festa di San Marco ( 25 Aprile ), patrono della città, la festa di San Vito ( 15 Giugno ), per ricordare la disfatta dei congiurati di Baiamonte Tiepolo nel 1310, la festa delle Marie ( 2 febbraio ) per ricordare la liberazione delle donzelle veneziane rapite dai pirati slavi nel 943, la festa della Sensa, cioè lo " Sposalizio del Mare " ( a maggio, il giorno dell' Ascensione ), per ricordare due avvenimenti importanti : la grande vittoria in Dalmazia di Pietro Orseolo II nel 997 e l'azione diplomatica del 1177 che portò alla pace fra papa Alessandro III e la  l'imperatore Federico I Barbarossa, la festa del Redentore ( terza domenica di Luglio ), per non dimenticare la fine della pestilenza del 1575-77, la festa della Madonna della Salute ( 21 novembre ), ancor oggi la più sentita dai Veneziani, a ricordo della fine della pestilenza del 1630. Oltre a queste, molte altre: il Giovedì grasso, la festa di San Girolamo, la festa di Santo Stefano e così via.

 

La Repubblica sapeva ben organizzare la memoria storica collettiva dei suoi cittadini con feste pubbliche stabilite per legge che, con delle scadenze fisse, avevano lo scopo di aggregare le masse attorno ai simboli della città. Le varie celebrazioni e spettacoli che si svolgevano con la partecipazione unanime di tutti i cittadini e dei sempre presenti stranieri, dovevano dimostrare l'unità dello stato e rinsaldare i sentimenti patriottici e religiosi.

 

Si può dire che questo concetto fu sancito dal doge Pietro Orseolo I che, nel 979, si ritirò dalla carica dogale per entrare in un convento; egli lasciò le sue cospicue sostanze per permettere festeggiamenti pubblici, dato che era fermamente convinto che questi fossero molto importanti per cementare l'amor patrio e per avvicinare tra loro classi sociali diverse.

 

C'erano inoltre le feste che erano costituite da competizioni di forza e coraggio, e avevano lo scopo di tenere vivo lo spirito combattivo: le regate, le " lotte dei pugni ", le " forze d'Ercole ", le giostre con cavalli, le finte battaglie navali e tante altre manifestazioni giocose che avevano sempre lo scopo di rinsaldare lo spirito di corpo e l'unità della popolazione.

 

Una decina di queste feste durò per tutta la storia della Serenissima, arrivando anche fino ai nostri giorni ed entrando in modo permanente nell'inconscio collettivo dei Veneziani, che tuttora le riconoscono e le rispettano.

 

 

Calendario delle attuali e più importanti feste e avvenimenti a Venezia

 

  • Carnevale - Febbraio/marzo
  • San Marco - 25 Aprile
  • La Sensa - Maggio
  • Vogalonga - Maggio
  • Palio delle repubbliche marinare - Maggio/Giugno ( ogni 4 anni )
  • Rredentore - Terza domenica di Luglio
  • Regata storica - Prima domenica di settembre
  • Madonna della Salute - 21 Novembre


Inserisci un commento












Captcha
( * )

I commenti sono moderati, alcuni dati sono registrati nel rispetto della privacy. Inviando il commento si accettano le condizioni.