Immagine principale

Biennale di Venezia

La Biennale di Venezia nasce, nel 1895, grazie all'iniziativa di un gruppo di intellettuali veneziani.

 

Deve il suo nome alla cadenza delle sue manifestazioni, che tuttora si svolgono ogni due anni nella sede storica dei giardini di Castello e all'Arsenale.

 

Negli anni trenta l'istituzione culturale diventò Ente autonomo sostenuto dallo stato italiano.

 

Nel 1930 si tenne, per la prima volta , il Festival della Musica; nel 1932 la Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica e nel 1934 il Festival Internazionale del Teatro di prosa.

 

Fin da subito, la Biennale di Venezia fu una delle principali istituzioni promotrici e organizzatrici di manifestazioni internazionali nei diversi settori delle arti e della cultura contemporanea.

 

Nel 1968 la contestazione studentesca ostacola l'apertura della Biennale, che sospende in parte le sue tradizionali attività. Inizia un periodo di cambiamenti istituzionali, che si conclude, nel 1973, con un nuovo Statuto dell'Ente, allo scopo di dare nuovo vigore a tutti i suoi settori di attività.

 

Dal 1975 vennero realizzate anche rassegne di archittetura. Nel 1998 viene approvato il decreto legislativo con cui la Biennale è trasformata in personalità giuridica di diritto e assume la denominazione di " Società di Cultura " La Biennale di Venezia.

 

ILl 15 gennaio 2004 viene pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto di riordino della Biennale, che viene trasformata in Fondazione.

 

Oggi la Biennale di Venezia interviene con mostre, esposizioni, attività culturali nei settori : Architettura, Arte, Cinema, Danza, Musica, Teatro e, grazie all'importante raccolta di documenti conservati nel suo Archivio Storico delle Arti Contemporanee, svolge una funzione primaria per lo studio e la ricerca nell'ambito dell'arte contemporanea.

 

Una visita meritano i padiglioni delle esposizioni d'arte ai giardini di Castello, di proprietà dei vari paesi espositori, autentici capolavori di grandi architetti contemporanei. Bellissimi anche le altre strutture architettoniche che ospitano sezioni staccate delle mostre della Biennale quali le Corderie dell'Arsenale, i Saloni del sale alle Zattere e i Granai alla Giudecca, che fanno della Biennale un autentico museo diffuso nel tessuto urbano della città di Venezia.

 

Imponente è anche il Palazzo del Cinema al Lido, che annualmente ospita la mostra del cinema, autentico capolavoro di architettura in stile fascista.

 

A inizio 2009, dopo tre anni di restauro, La Biennale di Venezia è rientrata nella sua sede storica di Ca' Giustinian: Palazzo gotico del '400 che si affaccia sul Bacino di San Marco, fra i più noti e ricco di storia a Venezia.

 

 

 

** La Biennale

- Ca' Giustinian, San Marco 1364/A

- 30124 Venezia



Inserisci un commento












Captcha
( * )

I commenti sono moderati, alcuni dati sono registrati nel rispetto della privacy. Inviando il commento si accettano le condizioni.